Daniele Silvestri arriva al Teatro Geox di Padova con il tour di Acrobati.
Un tour tutto teatrale per il cantante romano che ha voglia di stupire il pubblico, di portare lontano da terra gli spettatori, perché a volte da lontano a raccontare le cose le si vede meglio.

Due set con un cambio di scenografia e cambio di costumi per tutta la band, tre ore di musica in cui Silvestri davvero non si risparmia e regala emozioni con la voce, la chitarra e il piano, dialoga col pubblico e si diverte con la sua band che lo segue in tutti i suoi voli funambolici.

L’ultimo suo lavoro è carico di ironia e nella scaletta ne propone diverse tracce, da La mia casa con cui accoglie il pubblico, al duetto (in video) con Caparezza per La Guerra del Sale, passando per La verità, Una altro Bicchiere, La mia Routine, L’orologio.

Non sono mancati ovviamente i riferimenti alla carriera ventennale dell’artista, come le emozionanti Aria e A Bocca chiusa. Proprio con questo brano Silvestri chiude la sua scaletta e si mette nelle mani dei fan che già da giorni potevano votare via web le canzoni da sentire live. Ma non bastasse, Daniele decide anche di far scegliere ad una persona del pubblico scelta a caso lanciando il tappo della sua bottiglia d’acqua, un altro brano. Arriva così Sornione, preceduta dal L’Y10 Bordeaux.
Per il finale il pubblico è invitato, finalmente, ad alzarsi in piedi e non poteva essere diversamente per Salirò e una Cohiba cantata a squarciagola da tutto il Teatro Geox.

BAND

Marco Santoro fiati
Gianluca Misti tastiere
Daniele Fiaschi chitarre
Senastiano De Gennaro percussioni e suoni
Gabriele Lazzarotti basso
Piero Monterisi batteria
Duilio Galiotto tastiere

(04/05/2016) – ©2016 OnDetour – Tutti i diritti riservati

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.