E’ stato detto tantissimo su Il Teatro Degli Orrori, forse troppo, al punto da farlo diventare un caso nazinonal musicale. In un’Italia in crisi anche musicalmente, alcuni vedono la band formata da Capovilla, Favero, Valente, Mirai,…

la “salvezza della patria”; altri come musicisti che cavalcano l’onda del successo, senza proporre nulla di veramente nuovo. Non vogliamo aggiungere nuove critiche o elogi, ma semplicemente dimostrare che, Il Teatro Degli Orrori, a suo modo, sta lasciando il segno in un’Italia in crisi sì, ma non musicalmente.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.